Riduzione Imu per la casa data in uso gratuito al figlio o al genitore


case monopoli

La Legge di stabilità 2016 prevede che l’Imu venga ridotta del 50% per le abitazioni che vengono concesse in comodato d’uso gratuito tra genitori e figli e utilizzate come abitazione principale.
L’agevolazione sostituisce la precedente facoltà data ai Comuni di prevedere, per tali casi e al verificarsi di alcune condizioni, l’esonero dall’Imu.

Come si può ottenere il beneficio?

Per ottenere il beneficio è necessario stipulare un contratto di comodato. Il proprietario però non deve possedere oltre all’abitazione data in comodato ed alla propria, altra abitazione in Italia (si intendono immobili ad uso abitativo e quindi non si tiene in considerazione il possesso di terreni e aree edificabili) e deve risiedere e dimorare abitualmente nello stesso Comune di quella concessa in comodato.
Il proprietario deve inoltre presentare la dichiarazione Imu.

Cosa Ti offre il Caf Cisl?

Il Caf Cisl ti offre una consulenza qualificata attraverso operatori esperti che ti accompagneranno in tutti gli adempimenti necessari all’elaborazione della pratica di comodato, calcolo e dichiarazione Imu, verificando con te la convenienza tra la riduzione dell’Imu ed il costo della registrazione del contratto di comodato.

Per informazioni chiama il n.0458096027

Scarica la locandina


2020 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori, Unione Sindacale Territoriale di Verona. Lungadige Galtarossa 22/D, 37133 Verona • Credits Slowmedia