Tariffe acqua, saranno restituite le somme indebitamente versate


Verrà restituita ai consumatori la componente tariffaria della bolletta dell’acqua relativa alla remunerazione del capitale che gli stessi avevano continuato a pagare anche se abrogata dal referendum popolare del 12 e 13 giugno 2011.

La restituzione avverrà secondo i criteri adottati nel c.d. Metodo Tariffario Transitorio approvato dall’Autorità per l’energia elettrica ed il gas (AEEG).

L’arco temporale di restituzione sarà quello compreso fra il 21 luglio e il 31 dicembre 2011, come indicato dal parere del Consiglio di Stato, chiamato ad esprimersi in merito, dalla stessa Autorità.

Sarà l’AEEG a stabilire i criteri ai quali dovranno attenersi gli Enti d’Ambito ai quali spetta il compito di individuare gli importi corrispondenti alla remunerazione del capitale investito da restituire.

Sarà ancora l’Autorità per l’energia elettrica ed il gas a definire le modalità e gli strumenti operativi per garantire la restituzione delle somme ai consumatori e a verificare e approvare le somme indicate dagli Enti d’Ambito.

Tutto questo in virtù del decreto legge che ha trasferito alla stessa Authority “le funzioni di regolazione e controllo dei servizi idrici”.


2022 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori, Unione Sindacale Territoriale di Verona. Lungadige Galtarossa 22/D, 37133 Verona • Credits Slowmedia