Parte a maggio la garanzia giovani


La Garanzia per i Giovani è già parte della legislazione nazionale dal 2002 con il decreto legislativo 297, entrato in vigore ufficialmente dal 2003: è quanto si legge nel piano di attuazione della Youth Guarantee, formulato a gennaio dall’ex ministro Giovannini e adottato dall’attuale governo. Finché non sono arrivati i finanziamenti europei quel piano è però rimasto appunto lettera morta. L’attuale ministro Giuliano Poletti – a causa dell’avvicendamento al vertice del ministero, il programma è slittato di due mesi: doveva partire a marzo, ora partirà se non ci saranno ulteriori stop a metà maggio – non fa che confermare.

Il primo capitolo del documento si occupa infatti del portale che dovrebbe essere il cuore pulsante del progetto: non solo perché è lì che i potenziali beneficiari potranno iscriversi e quindi si darà inizio alla presa in carica del soggetto, come si legge nell’accordo, ma anche perché sarà grazie a questo mezzo che le informazioni fondamentali a consentire l’agognato incontro tra domanda e offerta potranno circolare e essere conosciute a livello nazionale. La piattaforma, scrivono i firmatari del patto Stato-Regioni, dovrà “mettere a disposizione la mappa dei servizi che partecipano alla Garanzia Giovani, rilevare e censire le opportunità lavorative, anche al fine di creare una banca dati, integrare tutti i sistemi esistenti – tra cui anche i Sil regionali e provinciali – per tracciare gli utenti, i servizi offerti e gli esiti del programma individualizzato”. Tutte funzioni che dovrebbe svolgere il già esistente Clicklavoro, affiancato da un nuovo sito, annunciato ma ancora non funzionante (www.garanziagiovani.gov.it)

La presa in carico del giovane sotto i 25 anni, per sviluppare con lui un piano di ricerca o di un’occupazione o di un percorso di studio, è un’idea che non solo era presente nella legislazione del 2002, ma che è stata importata dai Paesi nordici, in particolare Svezia e Finlandia, dove il sistema Youth Guarantee opera dagli anni Ottanta, vantando ottimi risultati.

Per info http://www.repubblicadeglistagisti.it/


2022 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori, Unione Sindacale Territoriale di Verona. Lungadige Galtarossa 22/D, 37133 Verona • Credits Slowmedia