Tornano gli ecoincentivi per auto, moto, ciclomotori, quadricicli


Partono il 6 maggio gli ecoincentivi 2014. Stavolta, a differenza degli altri anni, decade non solo l’obbligo della rottamazione per i privati, ma gli importi a disposizione sono più consistenti. Infatti le risorse ammontano a 63,4 milioni di euro, così ripartite:

· circa 9,15 milioni per l’acquisto, da parte di tutte le categorie di acquirenti (e senza necessità di rottamazione), di veicoli con emissioni di CO2 fino a 50 g/km;

· 22,19 milioni per l’acquisto, da parte di tutte le categorie di acquirenti (e senza necessità di rottamazione), di veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 90 g/km.

Quali veicoli si possono acquistare:

· Tutti i veicoli elettrici, ibridi e gas (metano e Gpl) a basse emissioni di anidride carbonica, cioè fino a 120 g/km. Il provvedimento parla di veicoli e quindi non solo automobili, ma anche ciclomotori, motoveicoli e quadricicli.

Chi ne può usufruire

· Tutte le categorie di acquirenti, quindi anche i consumatori.

Ammontare del bonus

Il contributo è lo stesso per tutti i veicoli e cioè il 20% del costo complessivo del veicolo così suddiviso:

· 5.000 euro per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km

·
4.000 euro per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km

· 2.000 euro per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.

ATTENZIONE: anche se quest’anno le risorse messe a disposizione sono maggiori, per poter usufruire degli incentivi, rivolgetevi solo a venditori iscritti nell’apposita sezione del Ministero dello Sviluppo Economico.


2022 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori, Unione Sindacale Territoriale di Verona. Lungadige Galtarossa 22/D, 37133 Verona • Credits Slowmedia