Solidarietà Veneto


Comunicato Stampa

2002-2012.

10 anni di multicomparto: +40% netto.

E nel 3° trimestre 2012:

tutti i comparti oltre il +5%

Il 2012: tutti positivi.

Solidarietà Veneto, Fondo Pensione regionale attivo dal 1990, chiude con un abbondante segno “+” il terzo trimestre 2012. 3 comparti del Fondo Solidarietà Veneto superano il +5 % netto da inizio anno. Meglio ancora il “Dinamico”, che spunta un + 8,6% netto nello stesso periodo. Ecco il dettaglio del rendimento nell’anno:

– Garantito Tfr + 5,17%

– Prudente + 5,31%

– Reddito + 5,41%

– Dinamico + 8,61%

– Tfr + 2,86%

10 anni di multicomparto: 40% netto. TFR fermo al 31%

Settembre 2012 segna un altro importante traguardo per il fondo pensione veneto.

Era il settembre del 2002 e Solidarietà Veneto, primo fra i Fondi negoziali italiani, avviava il “multicomparto” (all’epoca con i Comparti Prudente, Reddito e Dinamico). Sono passati 10 anni, durante i quali la finanza mondiale ha vissuto momenti complessi: i guai di casa nostra (Cirio, Parmalat) i pasticci internazionali (Enron, Argentina, Madoff), infine la crisi più recente, partita negli USA con i mutui subprime (2007), esplosa con il fallimento di Lehman Brothers (2008) e trasformatasi in crisi dei titoli di stato europei dal 2010. Due anni, gli ultimi, riscaldati dal “fuoco greco” e che hanno visto il nostro paese vacillare sotto i colpi dello spread.

Ma Solidarietà Veneto nel DNA ha l’oculatezza e la prudenza dei fondatori e, in questo tormentato periodo, ha realizzato un risultato da incorniciare: tutti i comparti hanno rendimenti netti superiori al 40%. Il “vecchio TFR”, parametro di confronto spesso utilizzato, si ferma nel medesimo periodo al 30% circa». Vediamo il dettaglio (settembre 2002 – settembre 2012):

– Prudente + 40,51%

– Reddito + 42,01%

– Dinamico + 41,47%

– Tfr + 31,60%

Numeri brillanti – sottolinea Paolo Stefan, Direttore del fondo – a cui vanno aggiunti i vantaggi “accessori” di carattere fiscale e contrattuale: tre elementi (investimento, fiscalità agevolata, contributo aggiuntivo aziendale) che fanno della previdenza complementare un percorso di risparmio difficilmente battibile.

«Se è vero che i Fondi Pensione si misurano nel lungo periodo – conclude Vanna Giantin, Presidente di Solidarietà Vento – ecco che il riscontro di dieci anni è, per chi, all’epoca, ha avviato un progetto pensionistico con Solidarietà Veneto, estremamente favorevole».

Per informazioni:
tel. 041.94.05.61 – fax 041.97.62.68
mail alberto.nalin@solidarietaveneto.it


2022 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori, Unione Sindacale Territoriale di Verona. Lungadige Galtarossa 22/D, 37133 Verona • Credits Slowmedia