Ore decisive: senza concessione al Montichiari sarà tutto da rifare


La vicenda dell’aeroporto Valerio Catullo sembra il paradigma della situazione economia e istituzionale dell’italia.

Le organizzazioni sindacali, tutte, compresa Usb sindacati di base, hanno sottoscritto, prima di Natale, un accordo in base al quale vengono salvaguardati tutti i posti di lavoro. Con senso di responsabilità nei confronti dell’aeroporto e del posto di lavoro i lavoratori hanno accettato importanti tagli alla busta paga e condizioni organizzative di lavoro più pesanti. Ma così è quando si devono salvare posti di lavoro e rilanciare un sistema, come quello aeroportuale, che altrimenti rischierebbe di mettere in crisi tutta, dico tutta, l’economia del nostro territorio.

Sull’accordo le forze politiche non hanno però espresso i commenti che ci sarebbe aspettati. La politica dovrebbe, oltre a saper governare e criticare,  anche sottolineare quando ci sono percorsi significativi per il bene comune.

Purtroppo, pare che tutto sarà stato inutile se, nelle prossime ore, non si dovesse assegnare, a Roma, la concessione allo scalo di Montichiari. I lavoratori discutono, alle volte scioperano, ma alla fine firmano per il bene loro e della società. La politica viceversa, sembra avere altri interessi, mascherati da questioni burocratiche, che nulla hanno a vedere con i posti di lavoro o con l’economia veronese.

Politici veronesi in queste ore stiamo pesando il vostro ruolo nazionale, fra non molti mesi si andrà a votare e la memoria si sá, per chi ha le scarpe grosse, non è mai corta!


2022 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori, Unione Sindacale Territoriale di Verona. Lungadige Galtarossa 22/D, 37133 Verona • Credits Slowmedia