Nello Statuto della Regione Veneto più parità di genere


E’ quello che chiede il Forum politico delle donne di Verona che, in occasione dell’8 marzo, ha presentato la propria proposta indirizzata alla commissione per lo Statuto della Regione Veneto.

La Regione Veneto si accinge, fra le ultime regioni d’Italia, a varare lo Statuto regionale adempiendo così quanto disposto dall’art.123 della Costituzione. Si tratta di un documento significativo poiché in esso si riaffermano e si codificano i valori fondanti del territorio che si riferiscono alla dignità della persona e ai diritti che questa comporta.

Il Forum politico chiede la garanzia di una distribuzione equa del potere decisionale attraverso misure statutarie che garantiscano la presenza paritaria in tutti gli organismi statutari. Inoltre, il Forum chiede l’introduzione di un bilancio e di un linguaggio di genere.

Attualmente la rappresentanza femminile nelle istituzioni della Regione e nella nostra Provincia è così costituita: Consiglio regionale del Veneto, 4 donne su 60; Giunta, 2 donne su 13 ; Consiglio Provinciale, 7 donne su 36; Giunta 1 su 12.

I dati si commentano da soli.

Come Coordinamento donne CISL di Verona sosteniamo l’iniziativa del Forum, al quale partecipa attivamente Isabella Argentieri del nostro coordinamento.


2022 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori, Unione Sindacale Territoriale di Verona. Lungadige Galtarossa 22/D, 37133 Verona • Credits Slowmedia