Invalidità civile: altre sono le azioni per risparmiare sulla sanità


“La civiltà di un popolo è proporzionale all’attenzione che ha nei confronti delle persone più deboli. Ora, l’aver deciso per il Veneto e quindi anche per Verona che gli accertamenti medici per le domande di invalidità civile vengano realizzati da un unico gabinetto medico situato all’Inps e non più dalle commissioni mediche ospedaliere nelle USL, è segno d’inciviltà nei confronti di chi è in grave stato di bisogno e di salute.

Nella maggioranza dei casi si tratta di persone che richiedono l’indennità di accompagnamento perché non più in grado di camminare o in gravissime difficoltà nell’affrontare gli elementari bisogni della vita, come lavarsi, mangiare o altro. Ecco, queste persone quindi, secondo i politici della Regione, dovrebbero affittare un’autoambulanza a spese proprie e partire da Castagnaro, Ferrara di Monte Baldo per recarsi in via Cesare Battisti a Verona alla sede dell’Inps?

Sapete quale puo essere il risultato? Che molti rinunceranno a presentare domanda perché non possono o non riescono ad affrontare un viaggio pesante e oneroso.

Se questo è l’obbiettivo della regione Veneto non possiamo essere assolutamente d’accordo. Se l’intento è quello di risparmiare è bene che la Regione sappia che non lo può fare a discapito proprio di coloro che sono maggiormente in stato di bisogno.

Altri sono le azioni vere per risparmiare nella sanità!”.


2022 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori, Unione Sindacale Territoriale di Verona. Lungadige Galtarossa 22/D, 37133 Verona • Credits Slowmedia