Felsa Cisl a Bruxelles. Diario Europeo


di Emiliano Galati, Felsa Cisl

Dal 17 al 19 marzo 2016 con la Felsa ho partecipato a Bruxelles al corso di formazione europeo sul lavoro no-standard. Abbiamo iniziato ad affrontare:

1. il rapporto tra i settori della somministrazione e del lavoro no-standard tra la realtà italiana e quella degli altri Paesi Europei (principalmente Belgio, Francia, Germania e Spagna);

2. lo scambio di esperienze e buone prassi per la costruzione di “linee guida” comuni per l’esercizio della contrattazione e della rappresentanza;

3. infine l’approfondimento dei temi che riguardano la contrattazione, la rappresentanza e la bilateralità con particolare attenzione al ruolo del Sindacato nel nuovo Mercato del Lavoro Europeo.

Abbiamo visitato la Ces (la Confederazione Europea dei Sindacati) parlando con Thiebaut Weber membro di segreteria. Thiebaut ci ha spiegato che la Ces rappresenta più di 45 milioni di lavoratori e si compone di 85 organizzazioni, oltre che di 10 Federazioni sindacali europee. Riveste un ruolo importante nella determinazione di leggi fondamentali per i lavoratori europei. E’ l’organizzazione sociale più grande a livello europeo. Il segretario è un italiano: Luca Visentini.

La Ces riveste un ruolo importante nella determinazione di leggi fondamentali per i lavoratori europei. Dal dialogo con le parti sociali sono nate le Direttive europee che fissano diritti essenziali dei lavoratori:

  • congedo parentale (1996);
  • lavoro a tempo parziale (1997);
  • contratto a tempo determinato (1999)

Dal 2002 la CES riveste un ruolo decisivo anche in materia di relazioni industriali, promuovendo il dialogo fra rappresentanti dei lavoratori e dei datori di lavoro. Da tale dialogo sono nati accordi “autonomi” su:

  • telelavoro (2002);
  • stress legato al lavoro (2004);
  • molestie e violenze sul luogo di lavoro (2007)

Successivamente nell’incontro con Pierre coordinatore nazionale del lavoro interinale del sindacato belga CSC abbiamo affrontato le notevoli differenze nell’utilizzo del lavoro somministrato in Italia e in Belgio: le travail interimarie en Belgique.

Si è parlato dei diversi settori sindacalmente coperti da CSC e delle negoziazioni del settore interinale, della formazione continua, della sicurezza sociale, della qualità della vita e lavoro e del tempo di lavoro e degli enti bilaterali.
Molti gli interventi da parte dei delegati della Felsa che hanno toccato in modo ampio ogni punto delle tesi italiane sul lavoro somministrato.
E’ stata un’ottima occasione per stringere relazioni sindacali con il sindacato belga e capirne l’evoluzione.


2022 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori, Unione Sindacale Territoriale di Verona. Lungadige Galtarossa 22/D, 37133 Verona • Credits Slowmedia