Corpo e salute delle donne tra tradizione cambiamento


Incontro pubblico “Corpo e salute delle donne tre tradizione e cambiamento. La salute delle donne migranti è salute globale”

Sabato 2 giugno dalle ore 15.00 alle ore 18.30 presso la Sala Convegni –  Gran Guardia di Verona

La presenza delle donne immigrate in Italia è andata crescendo esponenzialmente in questi ultimi anni: attualmente la stima si aggira intorno a 1.350.000 donne che rappresentano il 48% della popolazione immigrata totale.

Il Paese ospitante quando promuove la salute e il benessere dei cittadini immigrati deve tener conto non solo degli aspetti individuali e culturali, ma anche di quelli di genere.

La salute delle donne è una questione fondamentale per le società: esse esercitano l’insostituibile funzione riproduttiva e di cura dei corpi che si tramanda di generazione in generazione, attraverso pratiche e saperi.

Il rapporto delle donne con la medicina e la salute nei passaggi fondamentali che riguardano la loro vita donne e il loro corpo (comparsa del ciclo mestruale, scelte contraccettive, parto, riproduzione assistiti, menopausa) sono fenomeni determinati socialmente, culturalmente oltre che biologicamente.

Per questo il Gruppo di mediatrici Terra dei Popoli con l’ULSS 20, il Comune di Verona e l’Azienda Ospedaliera hanno lavorato sulle pratiche tradizionali di culture di aree geografiche diverse (Ghana, Nigeria, Guinea, Senegal…), al fine di aumentare la consapevolezza delle donne migranti sull’importanza della prevenzione, oltre che accrescere la conoscenza da parte degli operatori sociali e sanitari di tali pratiche, favorendo così il processo di integrazione.

Locandina


2022 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori, Unione Sindacale Territoriale di Verona. Lungadige Galtarossa 22/D, 37133 Verona • Credits Slowmedia