Bonus bebè, rinnova l’Isee per non perdere le mensilità


L’Inps si è accorto che molte persone che hanno richiesto il bonus bebè nell’anno 2015, non hanno ancora rinnovato l’Isee nel 2016, rischiando sia di perdere tutte le mensilità del 2016 (in via definitiva) sia di vedersi annullare la domanda fatta nel 2015 e  di dover rifare tutto l’iter.

Nella nota, l’Inps specifica infatti che “la mancata presentazione della DSU entro il 31 dicembre 2016, avrà come conseguenza non solo la perdita delle mensilità per l’anno 2016 ma anche la decadenza della domanda di assegno presentata a suo tempo nell’anno 2015. Al verificarsi di questa eventualità, l’utente che abbia i requisiti di legge per accedere al beneficio in questione potrà presentare una nuova domanda di assegno nel 2017 ma le mensilità spetteranno a partire dal mese di presentazione della nuova domanda senza possibilità di recuperare le mensilità dell’anno 2016″.

E’ indispensabile quindi rinnovare l’Isee entro il 31 dicembre 2016 per tenere attiva la domanda e soprattutto per ricevere tutte le mensilità del 2016 arretrate.

Prendi appuntamento con il Caf Cisl, chiamando il n. 0458096027 (il servizio è gratuito)


2022 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori, Unione Sindacale Territoriale di Verona. Lungadige Galtarossa 22/D, 37133 Verona • Credits Slowmedia