Assegno di disoccupazione Asdi in vigore dal 3 marzo 2016


computer_ufficio

Con il Jobs Act il Governo ha introdotto rilevanti novità per il sostegno al reddito dei lavoratori e lavoratrici disoccupati/e, tra questi l’ASDI: l’Assegno di Disoccupazione che entra il vigore da marzo 2016 ma riguarda anche i disoccupati del 2015 (leggi articolo precedente)

Chi riguarda

I lavoratori dipendenti disoccupati che, dopo aver usufruito della Naspi per tutta la sua durata massima sono ancora in stato di disoccupazione.

Requisiti

Il disoccupato deve avere nel proprio nucleo famigliare un minore (meno di 18 anni di età) oppure avere (lui stesso) un’età dai 55 anni in su e non possedere i requisiti per andare in pensione.
Il disoccupato deve presentare un ISEE con un Indicatore che non supera i 5.000 euro (per informazioni sull’Isee, visita la pagina del Caf).

Importo

L’importo dell’ASDI è pari al 75% dell’ultima indennità di Naspi percepita.
Se ci sono figli minori a carico per i quali il coniuge non percepisce gli assegni al nucleo famigliare (ANF) l’importo dell’ASDI cresce (es. 1 figlio + € 89,7 ; es. 4 figli + € 163,3)
La somma percepita non può superare l’importo dell’Assegno Sociale (2015= € 448,72).

Durata

L’ASDI viene pagato per non più di 6 mesi. Non da diritti a contributi figurativi utili per la pensione.
Non prevede il pagamento degli Assegni Famigliari.

Obblighi

Il lavoratore disoccupato per percepisce l’ASDI deve dare la propria disponibilità per partecipare alle iniziative per la formazione e la collocazione al lavoro.

La domanda – i tempi di presentazione

La domanda va presentata entro 30 giorni dalla fine della Naspi. Attenzione però: per i lavoratori che hanno consumato tutta la Naspi dopo il 1 maggio 2015 e prima del 3 marzo 2016 (data di pubblicazione della circolare Inps) i 30 giorni decorrono dal 3 marzo e quindi la scadenza è il 1 aprile prossimo.

La domanda – come presentarla

La domanda di ASDI va presentata unicamente in via telematica.
Si può farlo per conto proprio oppure facendosi assistere dal Patronato INAS.
Nel primo caso si procede via web collegandosi al sito www.inps.it (è necessario il PIN Inps). Si può anche telefonare da rete fissa al Contact Center Inps 803164 oppure dal cellulare al 06 164164 (a pagamento).

Info e assistenza gratuita al Patronato Inas Cisl

Scarica il volantino


2022 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori, Unione Sindacale Territoriale di Verona. Lungadige Galtarossa 22/D, 37133 Verona • Credits Slowmedia