Bonus Bebè riservato a dipendenti delle Poste


E’ uscito oggi, sul sito dell’Inps, il bando per il Bonus Bebè riservato ai/alle dipendenti del Gruppo Poste Italiane S.p.A; si prevedono 800 contributi per bambini/e nati/e nell’anno 2014, di importo pari a € 500,00 ciascuno.

Il termine di scadenza per la presentazione delle domande è il 31 luglio 2015.

Il beneficio verrà erogato direttamente al/alla richiedente e la graduatoria sarà definita su valori crescenti di indicatore ISEE,  valida alla data di scadenza del presente bando.
Si concederà un solo beneficio per ogni nucleo familiare; in caso di parto plurimo dovrà comunque essere redatta una domanda per ciascun bambino/a ed in tal caso, la concessione dell’ulteriore bonus sarà comunque subordinata alla disponibilità economica restante.
Il Bonus non è cumulabile con altri incentivi, sovvenzioni o qualunque altra forma di sostegno statale alle nascite.

Attestazione ISEE (richiedibile al Caf, su appuntamento)
1. Chi richiede la prestazione, all’atto della presentazione della domanda, deve aver presentato la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per la determinazione dell’ISEE ordinaria o ISEE minorenni con genitori non coniugati tra loro e non conviventi, qualora ne ricorrano le condizioni ai sensi delle vigenti disposizioni.
2. Nel caso sia già stata emessa un’attestazione ISEE 2015, riferita al nucleo familiare in cui compare il beneficiario, non sarà necessario richiedere una nuova attestazione. Vista l’abrogazione della previgente normativa in materia di ISEE, tutte le attestazione ISEE elaborate nell’anno 2014 sono scadute il 31/12/2014. L’utente, in tali casi, deve richiedere la certificazione ISEE 2015. Il valore dell’attestazione ISEE è acquisito automaticamente dall’INPS.
3. Qualora, in sede di istruttoria della domanda, il sistema non rilevi la presentazione di una valida dichiarazione sostitutiva unica alla data di inoltro della richiesta, la stessa sarà respinta.
4. L’Istituto non si assume alcuna responsabilità, nel caso di mancata trasmissione telematica dell’attestazione ISEE da parte degli Enti convenzionati o di erronea trascrizione del codice fiscale del beneficiario o dei componenti del nucleo familiare all’interno della medesima attestazione.
5. Si ricorda che dal giorno della sua elaborazione alla data della sua certificazione, potranno trascorrere anche due settimane.

Presentazione della domanda
La domanda va redatta utilizzando esclusivamente lo schema pubblicato nella sezione “modulistica” del sito www.inps.it.
La domanda deve essere corredata di fotocopia non autenticata di documento di identità del richiedente; dichiarazione sostitutiva di certificazione di atto di nascita ex D.P.R. 445/2000 artt. 46 e 47; indicazione del codice IBAN del conto corrente intestato al richiedente sul quale si desidera ricevere il bonifico in caso di assegnazione del beneficio.
Le domande dovranno essere inviate, senza alcun tramite e a pena di esclusione, a mezzo raccomandata o assicurata convenzionale A.R., corredate della documentazione prescritta al seguente indirizzo:
INPS – Coordinamento della Gestione speciale di previdenza del Gruppo Poste Italiane S.p.A. e ASDEP
Servizio Assistenza – Concorso Bonus Bebè 2015
Via Ciro il Grande, 21 – 00144 Roma

Modulo domanda bonus bebè

Testo completo del bando

 

 


2022 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori, Unione Sindacale Territoriale di Verona. Lungadige Galtarossa 22/D, 37133 Verona • Credits Slowmedia