Benefici riconosciuti ai portatori di disbilità


L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato una versione aggiornata a marzo 2013 sui benefici che la legge riconosce a favore dei contribuenti portatori di disabilità: si tratta di una guida utile ad individuare con precisione gli aventi diritto e consentire una più agevole fruizione dei benefici introdotti dalle norme tributarie in questi ultimi anni.

FIGLI A CARICO

La legge di stabilità per il 2013 – legge 228/2012 – ha elevato l’importo delle detrazioni di base spettanti per i figli a carico. Per ogni figlio portatore di handicap fiscalmente a carico spettano infatti le seguenti detrazioni Irpef:

– per i figli di età inferiore a tre anni 1.120 euro (1.620 euro dal 1° gennaio 2013);

– per i figli di età superiore ai tre anni 1.020 euro (1.350 euro dal 1° gennaio 2013).

Con più di tre figli a carico la detrazione aumenta di 200 euro per ciascun figlio a partire dal primo.

Le detrazioni sono concesse in funzione del reddito complessivo posseduto nel periodo d’imposta e il loro importo diminuisce con l’aumentare del reddito, fino ad annullarsi quando il reddito complessivo arriva a 95.000 euro.

VEICOLI

Ampio spazio della pubblicazione è dedicata alle agevolazioni previste per i mezzi di locomozione utilizzati, in via esclusiva o prevalente, dal portatore di handicap (autovetture, motoveicoli, motocarrozzette e altri veicoli):

– detrazione Irpef del 19% della spesa sostenuta per l’acquisto;

– Iva agevolata al 4% sull’acquisto;

– esenzione dal bollo auto;

– esenzione dall’imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà.

In questo settore la principale novità è forse rappresentata dalla possibilità per la persona disabile di usufruire dell’aliquota Iva agevolata anche quando l’acquisto del veicolo avviene attraverso un contratto di leasing

ALTRI MEZZI DI AUSILIO E SUSSIDI TECNICI INFORMATICI

– detrazione Irpef del 19% della spesa sostenuta per i sussidi tecnici e informatici;

– Iva agevolata al 4% per l’acquisto dei sussidi tecnici e informatici;

– detrazioni delle spese di acquisto e di mantenimento del cane guida per i non vedenti;

– detrazione Irpef del 19% delle spese sostenute per i servizi di interpretariato dei sordi.

ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE

– detrazione Irpef del 36% (del 50% fino al 30 giugno 2013) delle spese sostenute per la realizzazione degli interventi finalizzati all’abbattimento delle barriere architettoniche.

SPESE SANITARIE

– deduzione dal reddito complessivo dell’intero importo delle spese mediche generiche e di assistenza specifica.

ASSISTENZA PERSONALE

– deduzione dal reddito complessivo degli oneri contributivi (fino all’importo massimo di 1.549,37 euro) versati per gli addetti ai servizi domestici e all’assistenza personale o familiare;

– detrazione del 19% delle spese sostenute per gli addetti all’assistenza personale, da calcolare su un importo massimo di 2.100 euro, a condizione che il reddito del contribuente non sia superiore a 40.000 euro.

Segretariato Socio Sanitario


2022 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori, Unione Sindacale Territoriale di Verona. Lungadige Galtarossa 22/D, 37133 Verona • Credits Slowmedia