9 modi di andare in pensione nel 2021


E’ arrivato il momento di andare in pensione? Rivolgiti al Patronato Inas Cisl e scopri qual’è la pensione più giusta per te!

1- Pensione di vecchiaia

Vai in pensione se hai 67 anni di età + 20 anni di contributi. Se sei un lavoratore dipendente privato invalido almeno all’80% bastano 56 anni per le donne e 61 per gli uomini, con una finestra di 12 mesi.

2 – Pensione anticipata

Puoi andare in pensione se:

  • se sei una donna, dopo 3 mesi dal raggiungimento di 41 anni e 10 mesi di contributi;
  • se sei un uomo, dopo 3 mesi dal raggiungimento di 42 anni e 10 mesi di contributi.
3- Quota 100

Vai in pensione se entro il 2021 hai 62 anni di età + 38 anni di contributi , con una finestra di 3 o 6 mesi.

4- Ape sociale

Vai in pensione se hai 63 anni di età e 30 anni di contributi e

  • sei disoccupato
  • oppure invalido almeno al 74%

oppure assisti da almeno 6 mesi un familiare disabile grave.Se invece hai 63 anni di età e hai svolto lavori pesanti per la pensione occorro 36 anni di contributi.

5- Anticipo precoci

Se hai lavorato almeno 1 anno prima dei 19 anni e rientri nelle categorie Ape sociale o usuranti, vai in pensione dopo 3 mesi dal raggiungimento di 41 anni di contributi.

6- Opzione donna
  • Se sei una lavoratrice dipendente puoi andare in pensione dopo 12 mesi dal compimento di 58 anni di età + 35 anni di contributi entro il 2020
  • Se sei una lavoratrice autonoma puoi andare in pensione dopo 18 mesi dal compimento di 59 anni di età + 35 anni di contributi entro il 2020.
7- Pensione di vecchiaia per lavori gravosi

Se hai svolto un lavoro gravoso per andare in pensione occorrono 66 anni e 7 mesi di età + 30 anni di contributi

8- Lavori usuranti

Se hai svolto lavori usuranti puoi andare in pensione se sei:

  • dipendente con quota 97,6 ottenuta con almeno 61 anni e 7 mesi di età + 35 anni di contributi
  • autonomo con quota 98,6 ottenuta con almeno 62 anni e 7 mesi di età + 35 anni di contributi.
9- Nona salvaguardia

Hai diritto ad andare in pensione con decorrenza entro il 6/1/2022 se sei stato escluso dalle precedenti salvaguardie e rispondi a una di queste condizioni:

  • autorizzato ai versamenti volontari prima del 4/11/2011 anche se non hai effettuato il versamento
  • esodato cessato tra il 30/06/2021 e il 31/12/2012
  • cessato con risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro nel periodo 2007-2011
  • nel 2011 eri in congedo per assistere figli disabili gravi
  • dipendente, anche in somministrazione, a tempo determinato (tranne lavoro agricolo o stagionale), cessato nel periodo 2007-2011.

Scarica la locandina

 


2021 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori, Unione Sindacale Territoriale di Verona. Lungadige Galtarossa 22/D, 37133 Verona • Credits Slowmedia