Prescrizione blocco perequazione sulle pensioni


Il 31 dicembre scadranno i termini di prescrizione per il blocco della perequazione.

Dal 2012 erano stati bloccati gli aumenti annuali ISTAT alle pensioni che andavano da 1.443 € a 2.886 € lordi al mese (importi riferiti al 2012).

Nell’agosto 2015 (per quanto stabilito dal decreto legge 65/2015 e con le modalità di applicazione della sentenza della Corte Costituzionale n. 70/2015) sono state rimborsate parzialmente le somme dovute degli arretrati di perequazione per il periodo 2012/2013.

La FNP CISL a livello nazionale ha indetto alcune 3 “cause pilota” (Tribunali di Milano, Brescia e Palermo), al fine di sollevare la questione di illegittimità costituzionale del DL 65/15 e della legge di conversione. In attesa dei risultati delle cause pilota, consigliamo agli iscritti di astenersi dall’intraprendere azioni legali individuali, delle quali potrebbero dover sostenere le relative spese.

Per bloccare i termini di prescrizione c’è però da inviare all’INPS di Roma e a quella di Verona, via raccomandata A/R, un fac-simile di istanza di esecuzione della sentenza della Corte Costituzionale n. 70/2015.

Potete richiedere il modulo da inviare, rivolgendovi  ai recapiti della FNP CISL

Orari e sedi di ricevimento


2022 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori, Unione Sindacale Territoriale di Verona. Lungadige Galtarossa 22/D, 37133 Verona • Credits Slowmedia