Da luglio, il canone Rai addebitato in bolletta


Da luglio troveremo in bolletta elettrica la prima rata di addebito del canone Rai. Non senza qualche polemica per il ritardo, finalmente è stato pubblicato il Decreto 13 maggio 2016 contenente il regolamento di attuazione dela Legge di Stabilità 2016 che ha introdotto il Canone Rai in bolletta.

Il Regolamento – entrato in vigore il 5 giugno scorso – conferma che il pagamento del canone avviene in dieci rate mensili, addebitate sulle fatture emesse dall’impresa elettrica aventi scadenza del pagamento successiva alla scadenza delle rate.

Si precisa inoltre che nei casi in cui non siano dovute somme a titolo di consumi elettrici, l’impresa elettrica invia ai clienti le fatture con addebito delle rate del canone almeno una volta ogni quattro mesi ovvero in tempo utile per l’addebito entro il mese di ottobre.

In caso di attivazione di una nuova utenza successivamente all’emissione da parte dell’impresa elettrica delle fatture con scadenza nel mese di ottobre il canone viene addebitato, in un’unica soluzione, nella prima rata dell’anno successivo dall’impresa elettrica che risulta con certezza essere titolare del contratto.

In tutti i casi in cui nessun componente della famiglia anagrafica, tenuta al pagamento del canone, sia titolare di contratto delle tipologie addebitabili, oppure per gli utenti per i quali l’erogazione dell’energia elettrica avviene nell’ambito di reti non interconnesse, il pagamento avviene ad opera del contribuente mediante versamento unitario utilizzando i codici istituiti dall’Agenzia delle entrate. Esclusivamente per l’anno 2016 il pagamento è eseguito entro il 31 ottobre 2016.

E’ confermata poi l’impossibilità di sospendere l’energia elettrica se il contribuente non paga la quota di bolletta elettrica relativa al canone.

Si dovrà attendere al massimo fino al 5 agosto 2016, per conoscere le modalità operative per inviare le richieste di rimborso. Entro tale termine dovrà essere emanato il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate per la restituzione degli importi di canone addebitati dalle società elettriche ma non dovuti.

Per maggiori informazioni, visita il sito di Adiconsum Verona oppure chiama l’ufficio


2022 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori, Unione Sindacale Territoriale di Verona. Lungadige Galtarossa 22/D, 37133 Verona • Credits Slowmedia