Settecento regolarizzazioni, tra badanti e altri lavoratori extracomunitari


Evase tutte le richieste di regolarizzazione di badanti e altri lavoratori extracomunicatori pervenute al Centro servizi di Cisl Verona, per un totale di circa 700 pratiche tra città e provincia. «Le pratiche gestite dalla nostra struttura risultano nettamente inferiori rispetto alla precedente regolarizzazione di circa 1.600», spiega Gianluca Cavallaro, responsabile del Centro servizi. E’ con la massima precisione che l’Inas di Cisl Verona ha provveduto a fare il famoso “click” per spedire la documentazione, ieri alle otto in punto del mattino.

Come illustrato in un precedente articolo, attraverso i servizi Colf Badanti, Inas e Anolf, la Cisl veronese è rimasta a disposizione per aiutare i datori di lavoro nella compilazione e invio della pratica . Dal 17 gennaio gli utenti hanno potuto telefonare  allo 0458096027 per l’appuntamento nelle sedi Cisl di Verona, Legnago, San Bonifacio, Domegliara, Bussolengo, Peschiera del Garda, Nogara, Isola della Scala e Villafranca. «Dal 15 febbraio l’Inas provvederà alla consegna delle ricevute di avvenuto invio  – continua Cavallaro – fornendole a tutti i richiedenti che si sono rivolti presso la nostra struttura dei servizi». Si ricorda inoltre che per i ritardatari che volessero regolarizzare lavoratori, pur con limitate possibilità di accesso, sarà possibile farlo fino al 30 giugno fissando l’appuntamento presso l’ufficio Colf Badanti per poi far spedire la documentazione ad Inas.


2019 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori, Unione Sindacale Territoriale di Verona • Lungadige Galtarossa 22/D - 37133 Verona • Tel. 045 8096911 • Privacy e cookie policy • Credits Slowmedia