Sconto in bolletta con il bonus idrico


Il bonus idrico è un contributo economico che si può ricevere direttamente sulla bolletta dell’acqua.

Chi può fare richiesta?

E’ necessario avere un valore Isee di massimo 8.107,50 euro ma, se nel nucleo familiare  sono presenti almento 4 figli a carico, il limite si innalza a 20.000 euro

  • Può richiedere il bonus il componente del nucleo familiare titolare della fornitura dell’acqua (l’intestatario della bolletta) relativa alla sua abitazione di residenza (“utente diretto”)
  • Se il servizio di fornitura di acqua è intestato ad un condominio, il richiedente potrà essere uno dei componenti del nucleo familiare residente nell’abitazione (“utente indiretto”)

Qual è lo sconto?

Il bonus idrico prevede la fornitura gratuita di 18,25 metri cubi di acqua, a persona ed all’anno, e il relativo ammontare in euro verrà accreditato:

  • all’utente diretto in bolletta su base giornaliera (quindi su ogni bolletta verrà riconosciuto un credito proporzionalmente al periodo fatturato)
  • all’utente indiretto sul conto corrente oppure con assegno circolare non trasferibile (o con altra modalità tracciabile e verificabile) in un’unica soluzione

L’importo effettivo del bonus dipende dal gestore perchè le tariffe a metro cubo variano in base al contratto di fornitura, verrà riconosciuto per 12 mesi a partire dalla data di inizio agevolazione e potrà essere rinnovato il mese precedente alla scadenza.

Per il 2018, qualsisasi sia la data di richiesta, verrà corrisposta una quota una tantum dal 1° gennaio.

Che documenti servono?

  • documento di identità del richiedente
  • attestazione Isee in corso di validità
  • autocertificazione dei dati anagrafici di tutti il componenti del nucleo familiare
  • attestazione di essere famiglia numerosa (se si hanno almeno 4 figli a carico)
  • codice di fornitura dell’acqua
  • nominativo del gestore idrico (dati reperibili sulla fattura)
  • Iban del conto corrente sul quale deve essere accreditato il bonus (per l’utente indiretto, con contatore condominiale)

Bonus idrico e bonus luce/ gas

Si può richiedere il bonus idrico in contemporanea con il bonus luce/gas ma, se tali bonus fossero già stati richiesti per il 2018, si può richiedere separatamente quello idrico, e il periodo di agevolazione verrà allineato a quello di luce e gas. Nel caso di periodi di agevolazione per luce e gas diversi tra loro, il bonus idrico verrà allineato all’inizio del periodo più recente.

Come può aiutarti il Caf Cisl?

Il Caf Cisl può elaborare gratuitamente il calcolo Isee, basta prendere appuntamento chiamando il n. 045 8096027 oppure attraverso il servizio prenotazioni on line.

Per i Comuni convenzionati, il Caf potrà elaborare direttamente e gratuitamente anche la richiesta di bonus idrico (altrimenti sarà l’interessato a doversi recare presso il proprio Comune di residenza).


2018 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori, Unione Sindacale Territoriale di Verona • Lungadige Galtarossa 22/D - 37133 Verona • Tel. 045 8096911 • Privacy e cookie policy • Credits Slowmedia