Novità fiscali 2015 approvate dalla legge di stabilità


Con la Legge di stabilità 2015, sono state approvate alcune importanti novità fiscali, ecco le principali:

Bonus 80 € confermato anche per il 2015, quindi verrà percepito per 12 mesi. Importo massimo 960 €. Ne ha diritto il lavoratore/lavoratrice che paga IRPEF (quindi non chi guadagna meno di 8.000 € all’anno ed è esente da imposte). Sino a 24.000 € il bonus è intero. Da 24.000 a 26.000 € il bonus va a scalare. Se si superano i 26.000 € non se ne ha diritto. Chi dovesse aver superato questa soglia può “giocare sul fondo pensioni”, cioè aumentare l’importo di versamento, per abbassare il reddito e guadagnare il bonus.

Bonus Bebè: riguarda bambini/e nati/e dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2017. Va richiesto all’INPS . Anche questo bonus ha l’importo di 80 € al mese, serve il calcolo Isee inferiore a 25.000 €. Se la famiglia ha un valore ISEE inferiore a 7.000 € il bonus passa a 160 € mensili.

Bonus Infanzia: è un contributo mensile erogato dall’INPS che viene riconosciuto alla mamma che lavora e che ritorna al lavoro anziché chiedere la maternità facoltativa. Il Bonus serve per pagare la baby sitter o l’asilo nido. Il bonus è di massimo 600 € mensili. Bisogna fare l’Isee ma non ci sono limiti di reddito.

Confermato il rimborso del 50% sulle spese di ristrutturazione anche per il 2015.

Confermato il rimborso del 65% sulle spese di risparmio energetico anche per il 2015.

Buoni per acquisto di beni e servizi per famiglie con 4 figli minorenni: siamo in attesa di un decreto che ci dica che servizi saranno e che cosa bisognerà fare per accedere al contributo.

La Cisl è a tua disposzione per ulteriori informazioni, per sapere dove si trovano i nostri uffici clicca qui


2019 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori, Unione Sindacale Territoriale di Verona • Lungadige Galtarossa 22/D - 37133 Verona • Tel. 045 8096911 • Privacy e cookie policy • Credits Slowmedia