Dal Governo pessime risposte: continua la mobilitazione contro DDL Buona Scuola


Continua l’ atteggiamento irresponsabile del Governo che , invece di ascoltare e riconoscere le ragioni della protesta del personale della Scuola, si ostina a non aprire alcun confronto e con le Organizzazioni sindacali come chiesto a gran voce durante lo Sciopero del 5 maggio, che ha registrato una partecipazione pari a quasi l’80% della categoria.

Sono infatti trascorsi alcuni giorni e il Governo , che avrebbe dovuto rispondere immediatamente ad una protesta così ampia, non ha ancora convocato le Organizzazioni Sindacali per affrontare prioritariamente i punti che sono stati chiaramente posti in discussione : le assunzione dei precari, i superpoteri al dirigente, le tutele contrattuali e rinnovo del contratto nazionale.

Pertanto come annunciato nel comunicato sindacale unitario, prosegue in tutte le scuole la mobilitazione e la capillare campagna di informazione per tenere alta l’attenzione del personale docente, educativo e Ata sul sugli esiti del confronto e del dibattito parlamentare e su cui come Cisl Scuola, unitamente alle altre sigle sindacali, continueremo a vigilare ribadendo la necessità che ci siano radicali cambiamenti del testo del Disegno di Legge.


2019 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori, Unione Sindacale Territoriale di Verona • Lungadige Galtarossa 22/D - 37133 Verona • Tel. 045 8096911 • Privacy e cookie policy • Credits Slowmedia