Artigianato e fondo di previdenza complementare


Con l’ultimo rinnovo del Contratto collettivo regionale dell’artigianato è stato inserito l’obbligo per il datore di lavoro di versare una somma a titolo di pre-adesione ad un fondo di previdenza complementare.

Cosa vuol dire? Significa che chi lavora nel settore artigiano riceverà una comunicazione da Solidarietà Veneto che lo informerà del fatto che l’azienda sta versando al fondo di previdenza complementare una somma a favore del dipendente.

Il dipendente dell’azienda artigiana potrà a sua volta optare per soluzioni diverse per ottenere un’integrazione alla pensione INPS o addirittura anticipare di 5 o 10 anni l’uscita dal mondo del lavoro.

La Cisl ha aperto degli sportelli per avere tutte le informazioni necessarie, a Verona gli sportelli sono attivi, grazie agli operatori Ebav, a

  • Bovolone
  • Bussolengo
  • Isola della Scala
  • Legnago
  • Nogara
  • Peschiera del Garda
  • San Bonifacio
  • San Giovanni Ilarione
  • Vallese di Oppeano
  • Verona
  • Villafranca

Per maggiori informazioni visita il sito www.sol-ve.it


2018 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori, Unione Sindacale Territoriale di Verona • Lungadige Galtarossa 22/D - 37133 Verona • Tel. 045 8096911 • Privacy e cookie policy • Credits Slowmedia